# CULTURA
Cenni Storici
Da Visitare
Tradizioni
Miti e leggende
Curiosità
Gastronomia
Itinerari & Guide
Associazioni e Sport
 
# NEWS & ATTUALITA'
Notizie ed attualità
Cerca News in Archivio
Iniziative Web
Informazioni Varie
Come arrivare
Previsioni del Meteo
Mappa della città
 
# EDITORIA & LIBRI
Mensile "La Voce"
Editoria e Libri
Bibliografie
 
# PHOTOGALLERY
Foto almanacco
Foto d'epoca
Scenari notturni
Disegni artistici
Natura e ambiente
 
# WEBCOMMUNITY
WebForum
Commenti
WebChat
Area Download
Webmail
Newsletter
Top Links
Scambio Banner
 
# SERVIZI UTILI
Dove mangiare
Dove dormire
Case e immobili
Prodotti tipici locali
Arte ed artigianato
Servizi e attività varie
 
 
 
Ads by PartnerWeb
 
 
 

Obiettivo Caltabellotta
Propone raccolte di immagini tematiche sulla città, sui monumenti, sul paesaggio e sulle tradizioni popolari e religiose
www.caltabellotta.net

 
     
 

Comune di Caltabellotta
Il sito della Rete Civica di Caltabellotta come strumento di informazione e di comunicazione con i cittadini
comune.caltabellotta.it

 
     
 

Festa della Madonna
Festegggiamenti in onore di Maria SS. dei Miracoli e del SS. Crocifisso, protettori di Caltabellotta
festamadonna.it

 
     
 

Caltabellotta Meteo
Sito Web dedicato al monitoraggio in tempo reale delle condizioni Meteorologiche sul territorio Caltabellottese
caltabellottameteo.com

 
 
 
> CALTABELLOTTA.COM > ASSOCIAZIONI, GRUPPI E ARTISTI >
SALVATORE RIZZUTI: SCULTORE
 

Salvatore Rizzuti nasce nel 1949 a Caltabellotta, un suggestivo paese dell'agrigentino incastonato in un selvaggio paesaggio rupestre che domina ampie vallate in fondo alle quali appare, quasi come un lontano miraggio, il mare. Trascorre l'infanzia e l'adolescenza a contatto con la natura, assorbendo profondamente i valori archetipici dell'ambiente agro-pastorale che lo circonda e popolando il proprio mondo solitario e fantastico di fanciullo-pastore di personaggi immaginari e giocattoli intagliati nel legno e nella pietra e costruiti con le proprie mani; ma è soltanto quando, nel 1967, decide di stabilirsi a Palermo per portare a compimento gli studi artistici, che comincia la vera e propria elaborazione del proprio passato quasi mitico.

L'acquisizione delle tecniche della scultura e lo studio e l'approfondimento della storia dell'arte, infatti, lo portano alla scoperta e alla strutturazione di un linguaggio espressivo diretto e immaginifico che molto si ispira alla mitologia greca, e che sempre più, col passare degli anni, gli consente di dar voce alla propria individualità temprata dalla solitudine e caratterizzata dall’operosità e dall'amore per il "fare".

Gli stessi valori acquisiti nella prima parte della vita sono quelli che trasferisce, insieme alla competenza tecnica, agli allievi della sua cattedra di scultura presso l'Accademia di Belle Arti di Palermo, che cerca di condurre non solo attraverso un'esperienza culturale, ma anche e soprattutto umana, volta a recuperare l'autenticità del riconoscimento del più profondo significato dell'essere uomini in uno specifico contesto.

CURRICULUM VITAE

Salvatore Rizzuti nel '72 si diploma al Liceo Artistico di Palermo, nel '76 consegue il diploma di scultura presso l'Accademia di Belle Arti di Palermo. Dal 1980 è titolare della I Cattedra di Scultura presso la stessa Accademia.

MOSTRE PERSONALI

1974 Circolo di Cultura - Sciacca
1975 Circolo Omnia - Marineo
1976 Circolo di Cultura - Caltabellotta
1977 Galleria "La Ginestra" - Sciacca
1978 Circolo Garibaldi - Sciacca
1980 Galleria "La Tavolozza" - Palermo
1981 Galleria "Ca' d'Oro" - Roma
1982 Galleria "La Tavolozza" - Termini Imerese
1982 Galleria "Arte Club" - Catania
1983 Galleria "La Tavolzza" - Palermo
1983 Galleria "Viotti" - Torino
1983 Scuola Sant'Agostino - Caltabellotta
1986 Pro Loco - Marineo
1995 Monastero di Santa Venera - Castelbuono
1999 Galleria "Corimbo Loft" - Palermo
2002 Castello Beccadelli Bologna - Marineo

MOSTRE COLLETTIVE

1982 Museo Civico - Agrigento
1983 Galleria "Il Paladino" - Palermo
1983 Castello dei Ventimiglia - Castelbuono
1984 Pro Camporeale - Camporeale
1986 Galleria Comunale - Taverna
1987 Complesso San Michele - Roma
1988 Santuario - Tindari
1989 Ex Chiesa dell'Annunziata - Alcamo
1989 Badia Sant'Agata - Catania
1989 Villa Niscemi - Palermo
1990 Sala del Caravaggio - Siracusa
1991 Ex Chiesa dell'Annunziata - Alcamo
1991 Albergo delle Povere - Palermo
1992 Figlie della Misericordia - Palermo
1993 Chiesa Nuova - Capo D'Orlando
1995 Palazzo Pottino - Petralia Soprana
1998 Palazzo Stereo Magno - Cefalu'
2006 Palacultura Comunale - Piraino

OPERE DI SCULTURA PUBBLICHE

1981 – Realizza un monumento, collocato nel cimitero di Castellammare del Golfo, raffigurante il busto in bronzo di Piersanti Mattarella.

1982 – Realizza il ritratto in bronzo di Cesare Terranova, commissionato dalla vedova e dal Comune di Scillato, che viene collocato in una piazza dello stesso.

1984 – Realizza un monumento in bronzo dedicato alle vittime della mafia, per il Comune di Campobello di Mazara.

1984 – Realizza, per conto del Comune di Marineo, due targhe e cento medaglie per l’occasione del gemellaggio tra lo stesso Comune di Marineo e il Comune francese di St-Sigolene.

1986 – Realizza una medaglia in 200 esemplari per il Comune di Agrigento, in ricorrenza del cinquantenario della morte di Luigi Pirandello.

1987 – Realizza un Cristo e una Madonna lignei (dimensioni al vero) per la Chiesa di San Tommaso d’Aquino di Palermo.

1987 – Realizza un Cristo risorto in legno (dimensioni al vero) per la Chiesa Madre di Salaparuta.

1989 – Realizza dei bassorilievi in terracotta per la Chiesa del Carmine di Caltabellotta.

1992 – Realizza un Mosè in legno (dimensioni al vero) per la Chiesa di S. Agostino di Caltabellotta.

1992 – Realizza il monumento funebre al Giudice Saetta e al figlio, per il cimitero di Canicattì.

1993 – Realizza una scultura in bronzo per conto della Biblioteca Regionale di Palermo, da omaggiare all’archeologo Luigi Bernabò Brea, in occasione della pubblicazione del suo libro “Meligunis Lipara IV”.

1994 – Realizza, per conto dell’Università degli studi di Palermo, il sigillo della stessa in una versione plastica su un medaglione di 29 cm di diametro.

1995 – Realizza, su proprio progetto, un altare in pietra per la Chiesa della Purità di Valledolmo.

1999 – Realizza, su proprio progetto, l’altare, la mensa e l’ambone in pietra per la Cattedrale di Caltabellotta.

1999 – Realizza, su proprio progetto, un altare in pietra e una acquasantiera per la Chiesa della Pietà di Caltabellotta.

2001 – Realizza, su proprio progetto, il coro ligneo della Chiesa della Magione a Palermo.

2005 – Realizza, su proprio progetto, il fonte battesimale e l’ambone in pietra per la Chiesa della Magione di Palermo.

INCARICHI DI RESTAURO E RIFACIMENTI

1986 – Restaura l’Archetipo ligneo del Teatro Massimo di Palermo, per conto dell’Ente Lirico Teatro Massimo.

1987 – Restaura l’Archetipo ligneo del Teatro Politeama di Palermo, per conto dell’Ente Lirico Teatro Massimo.

1990 – Con delibera n. 53 del 23/01/1987, da parte dell’Amministrazione Comunale di Palermo, è incaricato, per la Progettazione e direzione dei restauri degli ornamenti plastici del Teatro Massimo di Palermo.

1992 – Con delibera n. 3767 del 06/06/1990, è incaricato, dall’Agenzia per la Promozione dello Sviluppo del Mezzogiorno, per la Progettazione e direzione dei restauri degli ornamenti plastici del Teatro Massimo di Palermo.

1993 – Restaura il San Castrenze in legno della Chiesa di San Castrenze a Monreale (PA)

1993 – Restaura l’Angelo custode in legno della chiesa dell’Odigitria di Caltabellotta (AG)

1994 – Restaura il San Vincenzo in legno della Chiesa di sant’Agostino di Caltabellotta (AG)

1996 – Realizza, per conto dell’Amministrazione Comunale di Palermo, il rifacimento delle quattro aquile sormontanti il Palchetto della Musica al Foro Italico di Palermo.

1996 – Riproduce, tramite modellazione dal vero, una copia in legno di cipresso della Madonna Nera di Tindari, nella sua versione originale, riportata alla luce a seguito di un accurato restauro.

1997 – Realizza, per conto dell’Amministrazione Comunale di Palermo, il Fiorone in vetroresina sormontante la cupola del Teatro Massimo di Palermo.

1998 – Dirige, per conto dell’Ufficio del Centro Storico del Comunale di Palermo, il restauro ligneo dei palchi e del loggione del Teatro Massimo di Palermo.

1999 – Restaura, per conto della Sovrintendenza di Agrigento, la Balaustrata in pietra della Cappella della Catena, di Antonio Ferraro, nella Cattedrale di Caltabellotta (AG)

2001 – Realizza, per conto del Museo archeologico di Camarina, alcune riproduzioni in resina di bronzetti romani.

2003 – Viene esposto nel Museo Diocesano di Palermo il Plastico, scala 1 : 10 della Tribuna di Antonello Gagini nella Cattedrale di Palermo, realizzato negli anni 1998-2000, assieme ai suoi allievi del Corso di Scultura dell’Accademia di Belle arti di Palermo

Da diversi anni si occupa del restauro della gipsoteca dell’Accademia di Belle Arti di Palermo, presso la quale è titolare della Cattedra di Scultura.



INCARICHI DI INSEGNAMENTO PER IL RESTAURO

1990 – Insegna Intaglio della pietra, per un totale di 137 ore, nel “Corso F.S.E N. 904201.IJ.067 per addetto al restauro lapideo”, organizzato dall’A.N.A.P.I.A. di Palermo.

1997 – Insegna Intaglio della pietra, per un totale di 12 ore, nel corso YOUTH START N. 2238/E2/Y/R anno 1997, organizzato dalla PANORMEDIL di Palermo.

1999 – Insegna Intaglio della pietra, per un totale di 6 ore, nel Corso POM 940026/I/l – Asse 7.2.A Tipologia A.A “Recupero e restauro edilizio: Qualificazione e sviluppo delle competenze professionali” sede di Palermo, organizzato dalla ECIPA Sicilia di Palermo.

1997 – 2000 – Negli anni ’97, ’98, ’99, ’00 ha tenuto alcune lezioni teorico-pratiche sulle tecniche della scultura e dell’intaglio della pietra finalizzate al restauro, presso la Facoltà di Architettura dell’Università di Palermo.

2003 – Insegna Disegno applicato al restauro ligneo per un totale di ore 18 nel “Corso di restauro ligneo” n.1999.IT.16.1PO.011/2.04/72.4/046, organizzato dalla IDRA di Palermo.

INCARICHI MINISTERIALI E ISTITUZIONALI

1991 – Con Decreto Ministeriale del 3 agosto 1991 viene nominato componente della prima commissione giudicatrice del Concorso ordinario nazionale per titoli ed esami, a cattedra Cattedra di Scultura) nelle Accademie di Belle Arti (D.M. 21/07/1990), tenutosi a Bari tra la fine del 1991 e l’inizio del 1992.

1993 – Nell’anno accademico 1993-94, a seguito di una temporanea convalescenza del docente assegnatario, gli viene affidato, per nomina direttoriale, dal mese di marzo fino alla chiusura dell’anno accademico, l’insegnamento di Tecniche e tecnologie della Scultura, in aggiunta alla sua normale docenza di Scultura.

2000 – Con Decreto Ministeriale dell’8 maggio 2000 viene nominato Presidente della Commissione nazionale Docenti di Scultura nelle Accademie di Belle Arti, Sessione riservata prevista dall’art. 3 della legge 124 del 1999, tenutasi a Napoli dal 31 maggio all’8 giugno 2000.

2000 – Con Decreto del Provveditore agli studi di Palermo Prot. N. 39506 del 06/12/2000 viene nominato Docente per la Classe di concorso D621 del Corso e sezione riservata di esami per il conseguimento dell’abilitazione all’insegnamento indetto con O.M. 153 del 15/06/1999 - Legge 124/1999, tenutosi a Palermo tra la fine del 2000 e l’inizio del 2001.

2004 – Con nomina Direttoriale Prot. N. 4127 del 10/11/2004 viene nominato Presidente della commissione giudicatrice delle prove di ammissione al Corso biennale di secondo livello ad indirizzo didattica finalizzato alla formazione dei docenti COBASLID Classe 22A, tenutesi nell’Accademia di Belle Arti di Palermo nel novembre del 2004.

2005 – Con nomina Direttoriale Prot. N. 825 del 10/03/2005 gli viene conferito l’affidamento per l’insegnamento di “Metodologia, strumenti e tecniche didattico-espressive” nel Corso biennale di secondo livello ad indirizzo didattica finalizzato alla formazione dei docenti COBASLID) Classe 22A, tenutesi nell’Accademia di Belle Arti di Palermo nel 2005.
Gli viene contemporaneamente affidata la carica di coordinatore della Classe di concorso 22A, per l’intera durata del biennio.

PRINCIPALI ATTIVITA’ DI RICERCA SVOLTE PRESSO L’ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI PALERMO

Anno accademico 1992-1993
1 – Gli viene richiesta, da parte del Comando Regionale dei Carabinieri di Palermoi, la modellazione e realizzazione in gesso di quattro grandi capitelli corinzi da collocarsi in una sala del Comando Regionale. Per la realizzazione dei capitelli viene collaborato dagli allievi Natale Cracchiolo e Franco Reina.

2 – Gli viene richiesta, da parte della Clinica Dermosifilopatica dell’Ospedale Civico di Palermo, la realizzazione di due sculture figurative in gesso, dimensioni al vero, per uso scientifico. Affida la realizzazione delle due sculture agli allievi Davide Cappelli e Tiziana Provenzani. Per ciascuna opera viene ricavata la somma di £ 500.000, che viene devoluta a ciascuno dei due allievi.

Anno accademico 1993-1994
1 – Nell’ambito degli scambi culturali tra l’Italia e l’Ucraina, fa realizzare agli allievi Tiziana Provenzani e Franco Reina, due ritratti in bassorilievi in bronzo, rispettivamente di Paolo Borsellino e Giovanni Falcone. Ritratti che vengono collocati presso due scuole di Kiev e S. Pietroburgo, intitolate ai due giudici.

2 – Realizza una mostra didattica degli allievi della sua Cattedra di Scultura, con relativo catalogo, intitolata ai Giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Anno accademico 1994-1995
In contemporanea con una sua mostra personale al Monastero di Santa Venera di Castelbuono, organizza una mostra collettiva, con catalogo, nella stessa sede, di alcuni tra i suoi ex allievi ritenuti più validi: Giuseppe Agnello – Mariano Brusca – Davide Cappelli – Leonardo Cumbo – Giuseppe Di Cristina – Lia La Grutta – Antonella Puccio – Franco Reina – Fabio Spacca – Rosa Terranova – Davide Tito – Filadelfio Todaro.

Anno accademico 1995-1996
1 – Gli viene richiesta, da parte del Prof. Franco Barberi, del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Siena, la creazione e realizzazione di due Shelters (scafandri protettivi per vulcanologi) in vetroresina.
La realizzazione viene affidata agli allievi Pietro Badagliacca e Simone Giacalone.
Per l’operazione l’Accademia viene retribuita con la somma di £ 2.500.000.

Anno accademico 1997-1998
Nell’ambito della propria cattedra, con i propri allievi, conduce una ricerca sui Gagini e sugli scultori del Rinascimento in Sicilia. Vengono prodotte ventotto riproduzioni in terracotta di altrettante opere di vari autori di quel periodo. Dette riproduzioni verranno esposte nella programmata mostra sulla Tribuna di Antonello Gagini che si terrà a Palazzo Fernandez, nel gennaio del 2006.

Anni accademici 1998-2000
Nell’ambito della propria cattedra, con i propri allievi, conduce una ricerca sulla Tribuna di Antonello Gagini della Cattedrale di Palermo. Viene realizzato il Plastico in legno-gesso, in scala 1:10, dell’intera Tribuna. Il Plastico, attualmente esposto nel Museo Diocesano di Palermo, sarà esposto presso il Palazzo Fernandez nell’ambito della mostra programmata ad hoc che si terrà nel 2007, e di cui è già pronto il catalogo.

1994 – 2006
Dal 1994 a tutt’oggi si dedica al recupero e restauro dei Gessi Storici in dotazione dell’Accademia di Belle Arti di Palermo, dei quali ha anche curato la catalogazione.

 

* Maggiori info su www.salvatorerizzuti.com - Email: info@salvatorerizzuti.com

 

Caltabellotta.com - Il Portale della Città di Caltabellotta
© 1999/2017 - Tutti i diritti sono riservati

Progetto e realizzazione tecnica a cura di Antonino MULE'
Gestione a cura di Antonino MULE' e Accursio CASTROGIOVANNI